sabato 24 dicembre 2011

Porcedduzzi pugliesi alla Topolinda. Buon Natale!!!


Ecco un dolce tradizionale "porchissimo", per niente da me ma buono da morire, nato in un'antivigilia speciale con i miei amici. Aurora voleva qualche consiglio su come fare il dolce per il cenone di Natale e alla fine abbiamo deciso di provarci insieme. Risultato ottimo...anche se trovarsi a pulire la cucina all'una di notte non è esattamente l'ideale.

Ingredienti:

Per l'impasto:
500g farina 00
500g farina 0
120g vino bianco
75g olio extravergine
75g olio di semi di mais
1 pizzico di sale
scorza di un limone

Per friggere
olio di mais (1 bottiglia circa)
scorza di 1/2 arancia e 1/2 limone

Per decorare:
100g miele
3 cucchiai di zucchero semolato
1 cucchiaino di cannella
2 cucchiai gocce cioccolato fondente
1 cucchiaio farina di mandorle

Impastate tutti gli ingredienti per l'impasto aggiungendo poca acqua al fine di ottenere la stessa consistenza della pasta per il pane. Formate tanti salamotti e tagliateli con un coltello come se doveste fare dei piccoli gnocchi. Friggeteli in olio bollente con scorza di arancia e limone e poneteli mano a mano che diventano dorati su piatti coperti di carta assorbente. Sciogliete il miele a bagnomaria. Versate il miele sui porcedduzzi, mescolateli rapidamente e aggiungete gli elementi decorativi. Mescolate di nuovo e componete i porcedduzzi a piacimento su un piatto o in un contenitore.



3 commenti:

Barbara ha detto...

Che meraviglia!! Tantissimi auguri per un sereno Natale!!!

monica ha detto...

questa è proprio la ricetta che fa per me, invece, che di light ho poco a niente..
brava piccolina mia, te li sei gustati, eh??!?
ah.. non temere, per il didò: basta che appena si secca un pochino lo butti, così non sbriciola e non sporca. testato da un'altra fissata!
bacio

marty90 ha detto...

ciaoo...bellissimo blog...mi sono aggiunta...
passa da me se ti fa piacere :)